Celebrazione del '4 novembre': il discorso del sindaco

Segreteria 07/11/2020  - 182 letture

Cari concittadini,

quest'anno celebriamo la Festa del 4 Novembre con le modalità restrittive dovute al COVID 19 e alla presenza di un numero ristretto di persone.

Il 4 Novembre è l'anniversario della Vittoria conseguita dalle truppe italiane nel 1918 che segnò la fine della Prima Guerra Mondiale.

Onoriamo i caduti di quella guerra e di tutte le altre guerre e conflitti che ancora oggi comportano la perdita di molte vite umane nel mondo. La memoria della “Grande Guerra” è ancora sentita con grande forza, non c'è Comune, per piccolo che sia, che non abbia il suo monumento ai Caduti. Non c'è famiglia che non abbia un episodio da raccontare o da tramandare.

Questa giornata ci permette di ricordare la nostra storia, gli eroi che hanno sacrificato la vita per la Patria, chi ha sofferto e chi è morto al fronte, ma anche le famiglie, le madri, i figli di quei giovani soldati che hanno dato la vita per il nostro Paese.

Dobbiamo fermarci un attimo, rispettosamente, onorare i nostri caduti, riflettere sul senso della guerra, sempre ingiusta, sempre dolorosa, crudele e disumana, sbagliata e sempre evitabile.

È una riflessione che deve rafforzare in noi un forte sentimento di ripudio verso la guerra e la volontà di coltivare la pace, il rispetto per gli altri, la democrazia e l'impegno a mettere in pratica questi valori nella nostra vita di tutti i giorni.

Il 4 Novembre celebriamo anche la Festa dell'Unita d'Italia e delle Forze Armate, la festa di tutto il Popolo Italiano.

Ringraziamo gli uomini e le donne delle Forze Armate, messaggeri dei valori della nostra Costituzione, sempre più protagonisti di azioni di sicurezza in un mondo globale stravolto da profondi cambiamenti.

Ringraziamo coloro che combattono perché la libertà e i diritti umani siano una conquista collettiva, pensiamo ai molti italiani che hanno perso la vita in missioni di pace all'estero ed anche agli operatori della sicurezza e delle forze dell'ordine che quotidianamente, nel nostro Paese, nelle nostre città, rischiano la propria vita per rendere la nostra vita più sicura e libera.

L'insegnamento ed il sacrificio di tutti loro va trasmesso ai nostri ragazzi, alle future generazioni, ricordando che “LA PACE NON È DATA PER SEMPRE, VA PROTETTA E DIFESA OGNI GIORNO”.

E dunque, Viva Le Forze Armate, Viva L'Italia.

Mariella Marcarini
Sindaco.

Condividi

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies
Web Analytics