Consegnato il 'Benedettino 2021' al signor Teresio Baldocchi

Segreteria 12/07/2021  - 112 letture

"Volontario elegante, cordiale, disponibile e generoso"

Durante la solenne funzione religiosa presieduta dal vescovo di Cremona, monsignor Antonio Napolioni, in occasione della festa patronale, è stato consegnato il "Benedettino" 2021 al signor Teresio Baldocchi.

Lettura dell'assegnazione e motivazione

A cura del vicesindaco Paola Biaggi.

Buongiorno a tutti. Porto i saluti del Signor Sindaco e dell’Amministrazione comunale. Ringrazio sua Eccellenza Monsignor Antonio Napolioni per aver partecipato a questa celebrazione molto sentita dai parrocchiani di Trigolo. Ringrazio di cuore tutte le associazioni di volontariato che operano a favore della comunità nei vari settori, presenze operose e preziose per garantire la qualità della vita in un piccolo paese come il nostro.

Un ringraziamento sincero a don Vilmo, che presto ci lascerà, per il suo servizio di pastore attento ai bisogni di tutti, bambini, adolescenti, adulti, anziani e per la vicinanza alle famiglie che hanno subito lutti a causa del Covid, la sua  presenza è sempre stata di grande conforto.

Come consuetudine, dopo la celebrazione della Santa Messa in onore di San Benedetto, viene consegnata l’onorificenza del Benedettino d’oro a una persona scelta dall’Amministrazione comunale in accordo con il Parroco, una persona che si è distinta per il suo lavoro all’interno della comunità.

Il Benedettino d’oro 2021 viene assegnato al Signor Teresio Baldocchi che invito a raggiungermi, con la seguente motivazione:

 tornato a Trigolo, dopo aver vissuto nelle città più belle del mondo ed aver conosciuto alcuni tra i personaggi più autorevoli della Terra, ormai da molti anni si impegna con dedizione nel volontariato in Parrocchia e nel territorio. La sua vita ricca di successi e di esperienze, si riflette nel suo stile, che lo distingue anche come volontario: elegante, cordiale, disponibile e generoso, ha per tutti un sorriso, una parola buona e una battuta.

Penso di interpretare il pensiero di Teresio, affermando che la stessa dedizione e lo stesso orgoglio con il quale  faceva il chierichetto da bambino a 7/8 anni, sono gli stessi che lo animano adesso, svolgendo la stessa funzione alla soglia degli 80 anni.

Valuta questo sito

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies
Web Analytics