Comune di Trigolo

Piazza Europa, 3
Tel. 0374/370122 - Fax 0374/375165
Posta elettronica - Caselle PEC

Comune di Trigolo


Colonna sinistra

Cerca nel sito

Link diretti

Albo pretorio Pago Pa - Sistema di pagamento elettronico Calcolo on-line di IMU e TASI Contributi. sussidi e vantaggi economici (art. 26 e 27, L. 33/2013) Modulistica Calendario raccolta differenziata Azienda di Servizi alla Persona «Milanesi & Frosi» Corpo bandistico «Giuseppe Anelli» Tavolo Permanente delle Associazioni

Sei qui: Home > Territorio > Cenni storici > Parrocchia di San Benedetto

Parrocchia di San Benedetto

Storia

La parrocchia di San Benedetto abate appartiene alla diocesi di Cremona.

Tra le fonti di carattere generale, è citata nel 1385 nel Liber Synodalium, in cui compariva inserita nella pieve di Bressanoro; è elencata nel 1601 negli atti della visita pastorale del vescovo Cesare Speciano, quando risultava inserita nel vicariato foraneo di Soresina; in quegli stessi anni si contavano tra i parrocchiani 2400 unità, tra cui 1400 anime da comunione (Visita Speciano 1599-1607).

Tra il XVII e XVIII secolo, il clero nella parrocchia di San Benedetto abate risultava composto dal parroco, sette sacerdoti, un chierico nel 1601; un parroco, un cura coadiutore, quattro sacerdoti, un chierico nel 1786.

Negli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Cesare Speciano risultavano esistenti nella parrocchia di San Benedetto abate la società del Santissimo Rosario, la società del Santissimo Sacramento, l'oratorio della Santissima Trinità, la chiesa sussidiaria di San Pietro, l'oratorio di San Rocco.

Nel 1781, secondo la nota specifica delle esenzioni prediali a favore delle parrocchie dello stato di Milano, San Benedetto possedeva fondi per 609,5 pertiche; il numero delle anime, conteggiato tra la Pasqua del 1779 e quella del 1780, era di 1465.

Nel 1786 la rendita netta del beneficio parrocchiale assommava a lire 831.

Nel 1786 il numero dei parrochiani era 1600 unità; 1617 nel 1807.

Entro i confini della parrocchia di San Benedetto abate era segnalato nel 1786 un oratorio in località Dossi.

La parrocchia di Trigolo, segnalata negli atti della visita pastorale effettuata nel 1807 dal vescovo Omobono Offredi e successivamente elencata tra le parrocchie della diocesi di Cremona nel 1835. È stata inserita tra XVIII e XX secolo e, sino al 1975, nel vicariato foraneo di Soresina.

In base al decreto 29 settembre 1975 del vescovo Giuseppe Amari, con cui è stata rivista l'organizzazione territoriale della diocesi cremonese, è stata attribuita alla zona pastorale 3 (decreto 29 settembre 1975).

Freccia in alto

Bibliografia

Le istituzioni storiche del territorio lombardo - Civita. Scheda sulla parrocchia di San Benedetto abate di Trigolo