Comune di Trigolo

Piazza Europa, 3
Tel. 0374/370122 - Fax 0374/375165
Posta elettronica - Caselle PEC

Comune di Trigolo


Colonna sinistra

Cerca nel sito

Link diretti

Albo pretorio Pago Pa - Sistema di pagamento elettronico Calcolo on-line di IMU e TASI Contributi. sussidi e vantaggi economici (art. 26 e 27, L. 33/2013) Modulistica Calendario raccolta differenziata Azienda di Servizi alla Persona «Milanesi & Frosi» Corpo bandistico «Giuseppe Anelli» Tavolo Permanente delle Associazioni

Sei qui: Home > Territorio > Geografia, luoghi e arte > Cosa vedere: chiese e palazzi

Cosa vedere: chiese e palazzi

Il centro antico di Trigolo ha un impianto con schema quadrangolare che richiama la vecchia cittadella fortificata che si sviluppava principalmente lungo un asse viario est-ovest. Qui vi si trovano alcuni eleganti palazzetti ed i principali luoghi religiosi del paese (la chiesa parrocchiale san Benedetto, la cappella dei Morti, la chiesetta della Santissima Trinità); altri luoghi di culto sono: l'oratorio di Santa Maria delle Grazie e la chiesa della frazione Moscona. Edifico civile di pregio è palazzo Pestalozzi.

Chiesa parrocchiale di San Benedetto abate

L'edificio è di vaste proporzioni, con una faccia caratterizzata da slanciate lesene che sorreggono il timpano triangolare, con portale centrale e finestra circolare. La facciata è affiancata da due brani laterali con altrettanti portali che introducono alle navate laterali.

L'edificio, infatti, è a tre navate e risale al XVII secolo, con ulteriori rimaneggiamenti in epoca successive, tra le quali un allungamento avvenuto 1897.

La chiesa conserva interessanti opere artistiche: il Crocifisso di Giacomo Bertesi (1644-1710); l'Affresco dell'Assunta del pittore cremasco Mauro Picenardi (1735-1809); le tele che portano gli strumenti del Martirio di Cristo, opera di Stefano Lambrini (originariamente in numero di otto, poi purtroppo trafugate e ridotte a quattro); una pala raffigurante san Francesco da Paola, attribuita a Domenico Pesenti (1843-1918); la Pala di Sant'Antonio col bambino, olio su tela di autore ignoto proveniente dall'ex chiesa dei Disciplini; Madonna coi Santi protettori, olio su tela di Umberto Ruini (1870-1956); l’incoronazione della Madonna, tela del XVII secoloproveniente dall'ex chiesa dei Disciplini, di autore ignoto; Gesù nell’orto degli ulivi, opera settecentesca dei fratelli Giovan Battista e Giovan Paolo Recchi, originari di Borgovico, presso Como; la pala di Padre Arsenio da Trigolo, olio su tela,moderna (1998) del professor Giuliano Costa.

La torre campanaria è una costruzione a sé stante, molto alta (65 metri) e slanciata: Consta di una canna liscia che giunge ad una cornice aggettante sotto la quale è posto l'orologio. Sopra si innesta la cella campanaria con finestre bifore, un'ulteriore cornice aggettante sovrastata da balaustra con statue agli angoli e coronamento finale.

La Cappella dei Morti

Piccola chiesetta in mattoni a vista, di origini seicentesche;la facciata è tripartita da lesene; il portalino è sormontato da timpano curvilineo. Triangolare è, invece, il timpano della facciata.
 

Chiesa della Santissima Trinità

Struttura di antiche origini e, un tempo, annessa ad un convento. Ci sono pervenute solo alcuni brani cinquecenteschi dell'edificio la cui facciata è crollata nel corso del XX secolo.
 

Oratorio di Santa Maria delle Grazie

È un edificio del XVIII secolo, costruito per conservarvi una venerata immagine della Vergine. È caratterizzato da aperture e timpano dalle forme sagomate.

Chiesa di Santa Maria Nascente

La chiesa della frazione Moscona si trova nel territorio comunale di Soresina, tuttavia è sussidiaria della chiesa parrocchiale di Trigolo; risulta già esistente nel XVI secolo, ma le forme attuali sono settecentesche. Conserva all'interno, in un'ancona barocca, una bella statua della Vergina attribuita a Giacomo Bertesi.

Palazzo Pestalozzi

Bell'edificio in stile romantico, con canoni che richiamano elementi neo-gotici e l'impostazione di una fortezza.