Raccolta dell'olio vegetale esausto

Che cos'è?

È l'olio usato in cucina.

Comunemente si tratta degli oli usati per la cottura o la frittura e degli oli usati per la conservazione dei cibi.

Olio in padella e in barattolo

Quali problemi?

  1. Se versato nel lavandino o nei tombini, l’olio può causare seri danni alle tubature delle nostre abitazioni (che con il tempo si possono ostruire) e all’ambiente.
  2. Causa problemi alla rete fognaria e ai depuratori.
  3. Se disperso nell'ambiente, inquina le falde acquifere e crea nel sottosuolo uno strato impermeabile che impedisce alle radici delle piante di assumere sostanze nutritive causando la loro morte.

Quale soluzione?

E allora: come raccoglierlo e dove buttarlo?

Lasciare raffreddare l'olio.

Olio in padella

Versare l'olio di frittura e delle conserve in una qualsiasi bottiglia di plastica pulita.

Bottiglie e imbuto

Portare la bottiglia, preferibilmente piena, in uno dei punti di raccolta del Comune e inserirla ben chiusa nell'apposito contenitore.

Bottiglie riempita di olio

Cosa sì, cosa no

Olio vegetale e grasso animale usato in cucina, olio di conservazione dei cibi in scatola (tonno e verdure, per esempio), olio e grasso alimentare deteriorato o scaduto (lardo, strutto, burro).

Residui di alimenti solidi, oli minerali come gasolio, nafta, lubrificanti per motori: questi rifiuti devono essere portati al Centro di Raccolta.

Dove portare l'olio vegetale esausto

A Ticengo porta le bottiglie contenenti l'olio vegetale presso il contenitore specifico installato in Piazza Caduti di tutte le guerre.

Contenitore di olio esausto

Valuta questo sito